Self-released – 2020

Ormai attivi da 20 anni esatti, tornano sul mercato discografico, i canadesi Silverstein, provenienti da Burlington. Una carriera di tutto rispetto e un bel seguito di fans devoti che li ha eletti tra i loro preferiti in breve tempo. Un mix di punk, emocore e screamcore, che li fa ben apprezzare per poghi e magari scorrazzate con lo skateboard.

Il lockdown dovuto al Covid-19 ha inevitabilmente scombussolato anche i loro piani e dovendo sospendere l’attività live, ne hanno approfittato per rilasciare il documentario/Live “Quaranstein“, che li riprende in alcuni liveset direttamente dalle loro case. Tantissimi artisti ne hanno approfittato di questa nuova “obbligatoria” opportunità per restare in contatto coi propri fans e nel frattempo per non perdere colpi ed allenamento per le loro performance.

Cinque pezzi spinti al massimo sulla tavoletta dell’acceleratore, che ti intrattengono per una ventina di minuti e a volte ti sembra di stare su un rollercoaster che volteggia al massimo della potenza.

Unico ospite sul disco è Caleb Shomo dei Beartooth su “Burn it down”. Alcune canzoni sono tratte dall’ultimo disco della band, “A beautiful place to drawn”.
Tutti i proventi dell’ep andranno a favore delle organizzazioni no-profit “NAACP” e “Blac” ed è sicuramente una bella cosa.

La band capitanata dallo storico cantante Shane Told è semplicemente in palla ed in forma e ti viene voglia subito di riascoltartelo un’altra volta questo ep. Niente di assoluta tecnica sopraffina nel suonare, ma soltanto la voglia di dare la carica all’ascoltatore e farlo divertire.

Band che ritengo molto adatta per festivals in stile “Bay Fest” o al “Carroponte” a Sesto San Giovanni. Non puoi rimanere fermo in nessun brano, anche se l’apoteosi resta per me “Burn it down“, con i suoi vari cambi di tempo ,che ti mette allegria positiva per tutta la sua durata.

Sedici minuti che si aprono con lo scream iniziale di “Smashed into pieces”, un vero sberlone sonoro e che sanno anche intrattenerti col midtempo di “Afterglow”.
Un gran mini ep.

Recensione di Mauro Brebbia

bandcamp

Tracklist
1. Smashed Into Pieces 03:44
2. Smile In Your Sleep 03:16
3. The Afterglow 03:11
4. Bad Habits 02:54
5. Burn It Down 03:10

Band
Shane Told (Voce).
John Bradford(Chitarra Ritmica)
Paul Marc Rousseau (Chitarra)
Billy Hamilton ( Basso, cori)
Paul Kohler ( Batteria, percussioni)

Guest appearances by Caleb Shomo, Intervals, Mike Tompa

Mauro Brebbia
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi