Sinner – One Bullet Left

AFM Records – Settembre 2011

Conobbi i Sinner nel 2003 al Wacken Open Air Festival, e da subito rimasi colpito dalla loro musica suonata con passione ed energia.  Attivi dal 1982, i Sinner hanno mantenuto da sempre fede al loro credo metal, anche se come è giusto e naturale, nel corso di questi 30 anni si sono evoluti. “One Bullet Left” giunge a distanza di 3 anni da “Crash & Burn£ e risulta essere un buon disco di heavy metal tedesco anche se un po’ discontinuo.

“The One You Left Behind” si avvicina di più alle produzioni power metal from Germany, e da subito cattura l’ascoltatore con il bellissimo ritornello, che già immagino in sede live. “Back on Trail” è abbastanza trascurabile, ma si ritorna sulla retta via con “Give Take”, brano dai numerosi stop and go che danno molta dinamicita’. La title track entusiasma solo nel refrain, per il resto risulta essere un po’ noiosetta. “10 2 Death” è puro rock’n’roll alla Motörhead, semplice diretta e volutamente rozza. “Haunted” calma un po’ le acque, un brano a metà strada tra la power ballad e un mid tempo. Un dolce e malinconico arpeggio accompagna la strofa per poi diventare più energica nel ritornello, dal retrogusto epico. Sicuramente uno dei brani migliori di qusto lavoro. “Atomic Playboys”, “Suicide Mission” e “Wake Me When I’m Sober” passano senza lasciare il segno. Con “Mind Over Matter” si ritorna al classico metal crucco, riff granitico, ritmica martellante e solida, e gli immancabili cori da stadio, insomma già un classico. Siamo arrivati alla fine con la doppietta “Mend To Be Broken” e “Rolling Away”, quest’ultima melodica e vicina a tratti all’aor…

“One Bullet Left” poteva essere migliore ma si fa apprezzare comunque per i suoi tre quarti di episodi davvero ben riusciti.

www.matsinner.de

Tracklist:
1. The One You Left Behind
2. Back on Trail
3. Give & Take
4. One Bullet Left
5. 10 2 Death
6. Haunted
7. Atomic Playboys
8. Suicide Mission
9. Wake Me When I’m Sober
10. Mind Over Matter
11. Mend to be Broken
12. Rolling Away

Band:
Mat Sinner – voce, basso
Alex Beyrodt – chitarra
Christof Leim – chitarra
Alex Scholpp – chitarra
André Hilgers – batteria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X