SKUNK ANANSIE: pubblicano il video per “What You Do For Love” con alcuni spezzoni del live di Bologna

Il nuovo video della band include alcune riprese del tour europeo 25LIVE@25

Skin - Skunk Anansie live @ Bologna Sonic Park 2019 - foto di Angeli Daniele

I rocker britannici SKUNK ANANSIE hanno pubblicato il video musicale ufficiale per il loro nuovo singolo, “What You Do For Love“. 

Il video della nuova canzone della band include alcune riprese del recente tour europeo “25LIVE@25” insieme ad alcuni spezzoni del gruppo che registra la traccia in uno studio di Londra.

Nelle immagini si possono vedere alcuni frammenti del live di Bologna al Bologna Sonic Park (qui la nostra gallery) e alcuni dietro le quinte.

Parlando della canzone, la cantante Skin ha detto:

“Le canzoni più difficili da scrivere sono quelle politiche ed è per questo che cerchiamo sempre di evitarle. Dovrebbero semplicemente fuoriuscire istantaneamente da te per pura irritazione, oppure suonano non sincere e tu rischi di cadere in vecchi cliché stanchi.

Questo è uno di quei momenti di rabbia: l’amore sembra essere sempre la ragione per cui le persone fanno cose odiose, che non sono mai stata in grado di capire.”

 

Per “25LIVE@25” Jeremy Wheatley, collaboratore di lunga data della band, ha creato un unico grande spettacolo che esalta la particolare unione tra heavy metal, influenze punk, rock, techno e blues che caratterizza la musica degli Skunk Anansie e si fonde alla perfezione con la loro formidabile presenza scenica.

Dimostrando fin da subito un forte senso di individualità e distinguendosi dalla corrente del Britpop e dai suoi esponenti, gli Skunk Anansie hanno imposto il loro riuscitissimo mix di influenze, razze, generi, sessualità, cultura e musica, affermandosi come una delle rock band più importanti degli anni ’90. Eletti agli esordi “Best New British Band” dai lettori della rivista Kerrang! hanno avuto una spettacolare carriera internazionale da pionieri e artisti multi-platino, vendendo milioni di album in tutto il mondo e condividendo il palco con David Bowie, U2, Stevie Wonder, Nina Simone e Michael Jackson.

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*