SLIPKNOT: uno spettatore muore dopo essere stato colpito nel mosh pit ad un loro concerto negli Stati Uniti

L'episodio è avvenuto al Knotfest Roadshow nell'Illinois l'11 agosto

Secondo Patch, un uomo di 62 anni è morto dopo essere caduto a terra durante il concerto degli Slipknot per il loro “Knotfest Roadshow” di domenica scorsa 11 agosto all’Hollywood Casino Amphitheatre di Tinley Park, Illinois.

L’uomo di nome Richard Valadez è stato dichiarato morto alle 23:34. La causa della sua morte non è ancora nota e un’autopsia è in corso, ha detto una portavoce dell’ufficio del medico legale della Contea di Cook.

Testimoni hanno riferito a Patch.com che Valadez si è unito al moshpit nell’area del prato sottopalco ed è stato colpito almeno una volta, cadendo.

Sempre secondo un testimone, quando gli Slipknot stavano suonando da circa un’ora, durante la canzone “Sulphur“, l’uomo è stato colpito troppo duramente durante il pogo ed è caduto malamente fuori dal mosh pit. Numerosi spettatori sono intervenuti poi per cercare di aiutare l’uomo e formare un cerchio intorno a lui per impedire alla folla di calpestarlo.

Polemica anche per i ritardi nei soccorsi:

“I vigili del fuoco non erano presenti per questo incidente nell’anfiteatro in quanto i servizi medici di emergenza sono forniti da un appaltatore privato per eventuali emergenze sul posto”, è stato dichiarato dal capo dei pompieri di Tinley Park.

Courtney Rourke, responsabile di Live Nation, società per la quale si svolgeva il concerto, non ha risposto alle richieste di un commento sull’accaduto.

Come riportato Corey Taylor era stato costretto a interrompere brevemente lo spettacolo degli Slipknot a San Bernardino, in California, lo scorso sabato 27 luglio, quando il moshpit era diventato ingestibile a detta dei presenti.

Secondo i partecipanti al concerto su una discussione su Reddit, una giovane donna era caduta tra la folla ed era caduta a terra priva di sensi. Altri Redditor riportavano che “Ragazzini e donne erano a terra, feriti o incoscienti, mentre le persone continuavano a correre su di loro calpestandoli“.

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*