Ci sono notizie che non vorresti mai dare, né articoli che vorresti scrivere. Pochi giorni fa, ci ha lasciato un grande Rocker nonché una grande persona: Joe Sixx.

Tanti ricordi ci legano e rimarranno indelebili nella mia mente e nel mio cuore, come il tatuaggio che mi hai sapientemente creato sulla mia pelle.

Una persona sempre sorridente e che amava quello che faceva: suonare il basso. Bassista della Mötley Gäng-Tribute Mötley Crüe, band tributo italiana riconosciuta ufficialmente da Nikki Sixx, avevi saputo creare un’incredibile ragnatela di amicizie tra tutti i fans della band e anche se tu non ci sarai più fisicamente, dal cielo in compagnia di Lemmy, Tommy Bolin e altri bassisti, ci guarderai, magari cantando “Home Sweet Home“.

Collaboratore di Chinaski Edizioni/Il Castello, anche grazie al tuo incredibile lavoro e a quello di Federico e lo staff della casa editrice, la stupenda riedizione del decennale di “The Heroin Diaries” e un altro libro abbastanza recente di Nikki, erano giunti a noi.

Eri una persona che non fingeva mai e che fuori dal palco, eri un assoluto trascinatore e rock, anche appena sceso. Hai affrontato la malattia con un coraggio unico e hai fatto forza a tutti i tuoi cari.

Un grosso abbraccio da parte mia e lo Staff di Longliverocknroll.it va a Rita, la tua stupenda compagna, a tua figlia, a tuo fratello e familiari.

Non per ultimi alla tua band, Mötley Gäng che sta vivendo una tragedia davvero grossa, ai ragazzi di Mötley Crüe Italia (di cui eri il Leader), allo staff di Chinaski Edizioni e di Musik Connections.

Ora il palco concerti del Rock on The Road sarà dedicato a te, come sarà dedicato alla tua memoria il mio gruppo fanclub dei Guns N’ Roses, The Italian Jungle.

La nostra amicizia era nata spontanea e il supporto per le nostre creature era venuto naturale.

Ciao Joe, suona a volume totale il tuo Thunderbird, nell’alto dei Cieli.

Uno dei tuoi Bros, visibilmente commosso dopo aver scritto questo pensiero per te.

 

Mauro Brebbia.

Mauro Brebbia
Author

Write A Comment