SiriusXM ha ospitato un incontro virtuale con Joan Jett e produttore discografico Kenny Laguna per celebrare il 40° anniversario di “Bad Reputation”. 

Alla domanda su come si sente riguardo alla prospettiva di suonare negli spettacoli negli stadi durante la pandemia di coronavirus, Joan ha detto:

“Non mi sentirei a mio agio nel farlo – semplicemente non lo farei. Non mi sentirei a mio agio nel mettere la band o il mio troupe in quella situazione. Non ho davvero il diritto di rovinare le loro vite in quel modo.

“Non sto dicendo che è una decisione facile”, ha spiegato. “So che le persone stanno lottando in tutto il paese”

ha continuato:

“Certo che voglio suonare. Appena possiamo farlo, troveremo un modo per farlo. Ho sentito che ci sono alcune idee con drive-in, come nei cinema drive-in, dove puoi ancora vedere musica dal vivo e sei in macchina. È un passo, ed è un passo che mi piacerebbe fare. Ma non ci saranno le persone unite. E ci vorrà un po’.

“Quando le persone si sentiranno sicure di stare insieme, spero che ci sentiremo tutti allo stesso modo”, ha aggiunto. “Non riesco a prendere decisioni anche per altre persone”

JOAN JETT E THE BLACKHEARTS erano previsti di supporto per il “The Stadium Tour” il prossimo mese con MÖTLEY CRÜE, DEF LEPPARD e POISON, ma sono già state cancellate due date e il tour sarà rimandato nel 2021.

 

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi