2022 – Maninalto! Records

Uscito nel maggio 2022, “Keep Walking” è il secondo lavoro dei “Lizi and the Kids“, band perugina fronteggiata dalla cantante Elisa Gionangeli. Otto canzoni dalle sonorità tipicamente pop rock, che ti fanno allo stesso tempo sia divertire sia scapocciare.

Prodotto dall’ex chitarrista dei Guns N’Roses, Gilby Clarke e registrato nel suo studio personale a Los Angeles, queste otto canzoni sono davvero una boccata d’ossigeno in un mondo musicale ormai alla deriva.

Le influenze della band sono sicuramente evidenti: Green Day (nda Lizi ha suonato anche con Billie Joe Armstrong dal vivo), Sum41, Avril Lavigne, Blink182 e sicuramente Joan Jett and The Blackhearts. Lizi ha davvero una bella voce e la band che ha messo su per registrare questo disco è davvero di primo ordine.

Sono stati coinvolti lo stesso Gilby Clarke – che suona il basso – e Jorma Vik (Eagles of Death Metal ed ex membro dei ‘The Bronx’, band in passato prodotta da Gilby).

Nell’opener “Dying Inside” sono presenti come ospiti Gilby e la figlia Francesca, leader del gruppo pop punk “Frankie and the Studs“. Recentemente Frankie e Lizi, sono state anche in tour insieme in Italia per vari concerti, che hanno fatto scatenare, pogare e divertire i presenti.

La grinta e la credibilità della band è sicuramente reale. Nulla è stato studiato a tavolino. Il sound è sicuramente influenzato dai nomi citati sopra, ma riletto con maestria in una personale e convincente ricetta.
E’ presente pure la cover del megahit di Madonna, “Material Girl“, suonato a tutta velocità.

Penso che Joey Ramone, possa gradire questa band e approvare da dove si trova. Non c’è un filler e non c’è un attimo di tregua in questo album. Non c’è una canzone brutta, ma se proprio devo sceglierne due,scelgo “Dying Inside” e la traccia n.6 “Wrong Side“, con alcuni cambi di tempo ed una batteria che sa il fatto suo e mette a posto tutti.

Lavoro che si chiude con l’unico pezzo rallentato “Broadway and 7th“, una ballad ma non ruffiana e strappalacrime. In un certo senso oscura, ma dominata dalla straripante voce di Lizi.

In sostanza, un lavoro davvero ben riuscito e fortunatamente che arriva da una band italianissima.

 

Mauro Brebbia.

1-Dying Inside (feat. Gilby Clarke and Francesca Clarke).
2-Loveless.
3-Material girl
4-Overthinker
5-Please Understand
6-Wrong Side
7-Never Enough
8-Broadway and 7th.

Author

Write A Comment

X