TOMMY LEE dà del coglione a Trump con un tweet

Tommy Lee si è incazzato con il presidente americano Donald Trump per essersi rifiutato di accogliere gli abitanti delle Bahamas sopravvissuti all’uragano Dorian.

In settimana, infatti, Trump ha mostrato preoccupazione e perplessità nell’accoglienza dei bahamensi perchè questo vorrebbe dire “aprire le porte agli spacciatori e alla droga proveniente dall’isola”.

Trump ha dichiarato ai giornalisti:

Dobbiamo essere molto cauti. Ognuno deve avere i documenti in regola. Non voglio che dalle Bahamas entrino in America persone che nemmeno avrebbero dovuto essere nelle isole, tra cui eventuali personaggi pericolosi. Nelle isole vivono persone pericolose, membri delle gang e spacciatori molto, molto, molto pericolosi.

Pochi giorni dopo queste dichiarazioni, Tommy Lee ha risposto a Trump con un tweet:

Quante altre puttanate può dire e fare questa testa di cazzo? Sono stato alle Bahamas migliaia di volte e non mi è MAI successo nulla!Ho solo incontrato persone meravigliose. “Eat a Dick Mr.Presidon’t!!!”

Non è la prima volta che il batterista dei MÖTLEY CRÜE se la prende con Trump, come il mese scorso in cui ha detto “Svegliati, cazzo!” dopo che il presidente ha nuovamente colpevolizzato i video game per l’ennesima sparatoria in America.

Lo scorso Dicembre, Tommy gli ha dato del “coglione” e ai suoi sostenitori ha dato dei “deficienti”. L’anno prima l’ha chiamato “Fottuto idiota” e ha rincarato la dose dicendo che i suoi elettori sono delle “teste di cazzo”.

Dopo l’elezione di Trump nel 2016, Tommy ha espresso la sua amarezza con il tweet “ma cosa cazzo sta succedendo?”.

Infine, lo scorso novembre, Tommy ha rimproverato Trump per gli incendi in California “Non potresti essere più insensibile, fottuto idiota”.

 

 

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*