Venom – Dalle profondità dell’Inferno (Rage Intervista 2015)

Venom... vita, morte e miracoli…

11118857_856718557726050_1774638874991579252_n

(Start Dixon ‘Rage’ chitarrista dei Venom dal 2007)

Non parla! Non vuole parlare! Cronos non vuole aprire bocca questa volta! Noi di Long Live Rock’n’Roll.it ne prendiamo atto e per il momento e incassiamo! Ci abbiamo provato in tutti i modi, attraverso le nostre conoscenze anche con il management della band, ma non c’è stato nulla da fare! Per ben quattro volte il mefistofelico singer della band di Newcastle ha annullando le interviste fissate. Dopo ci ho ri-provato io, che con il signor Lant ha avuto un rapporto di amicizia sincera per lunghi anni. Risultato? Intervista fissata per il mercoledì e annullata. Schedulata per la settimana successiva e delegata con naturale non chalance al chitarrista solo 45 minuti prima della fatidica chiamata telefonica! A questo punto ci siamo interfacciati con Mr. Stuart ‘Rage’ Dixon, personaggio ancora non entrato pienamente sotto le luci dei riflettori, ma che, in modo assolutamente garbato e cordiale si è prestato al mio ininterrotto fuoco di fila durato la bellezza di 28 minuti! A voi…

Long Live Rock’n’Roll:
Stuart: ormai sei a tutti gli effetti il chitarrista dei Venom e nessuno mette in discussione questa cosa. Sei entrato nella band ormai da quasi 8 anni, io invece continuo a girare attorno ai Venom come un satellite spia da ben 32! Come la mettiamo?

Rage:
“Si, si lo so Luca! Sono stato informato nei dettagli di quanto tu abbia fatto in passato per i Venom e te ne sono molto grato a nome della band! Purtroppo non ci siamo ancora incontrati di persona, ma sono molto felice di poter fare questa intervista con te, quindi sono pronto per l’interrogatorio finale!”

Long Live Rock’n’Roll:
Lo scorso agosto siete ritornati (dopo un’assenza di 8 anni) in Italia, come headlinear al Faust Festival di Pisa! Quali impressioni hai avuto del pubblico italiano e che idea ti sei fatto sul nostro paese?

Rage:
“Beh, che dire! Ci siamo trovati benissimo dato che gli organizzatori si sono impegnati tantissimo per offrirci ogni tipo di confort pre-concerto. Abbiamo alloggiato in un bellissimo hotel con piscina situato nella campagna della Toscana in mezzo a delle colline bellissime e con un panorama veramente caratteristico, specie al tramonto. Il pubblico ha reagito benissimo al nostro show e ho potuto notare molti ragazzi giovani in mezzo a tutto quel casino, sono stati abili anche a mantenere le prime posizioni davanti al palco per tutta la durata dello show. Cosa non mi è piaciuto? Quelle maledette zanzare carnivore!”

Long Live Rock’n’Roll:
Tre anni trascorsi da ‘Fallen Angels’ a pare mio sono un po’ troppi, non credi che i fans dei Venom abbiano bisogno di essere ‘nutriti’ con maggior frequenza?

Rage:
“Se ti dicessi che per noi ‘From The Very Depths’ è un album vecchio, come la prenderesti? Sai, avevamo finito di registrare il disco già all’inzio dello scorso anno. Abbiamo già canzoni pronte per un nuovo album solo da registrare se volessimo. Purtroppo ci sono stati alcuni problemi burocratici che ne hanno rinviato costantemente l’uscita.”

Long Live Rock’n’Roll:
Questo nuovo album contiene molti riferimenti allo storico passato dei Venom. Pensate di aver nuovamente ‘ucciso’ il Rock’n’Roll (etichetta che stampa e discografici avevano appioppato addosso alla band sin dagli inizi degli anni ottanta) con questo ‘From the Very Depths’? Voglio dire, lo slogan ‘Venom is killing music’ è addirittura diventato ora una nuova canzone!

Rage:
“Penso che abbiamo mantenuto lo standard qualitativo dei Venom molto alto anche con questo disco! Ci sono un sacco di riferimenti alla vecchia attitudine della band e la musica contenuta nel nuovo disco rappresenta totalmente i Venom nel 2015!”

Long Live Rock’n’Roll:
Ritieni che anche ‘Long Haired Punks’ sia ancora un motto valido anche nel 2015?

Rage:
“(Ridendo in maniera ironica) Per me assolutamente no! (il ragazzo è rasato a zero n.d.a.). Cronos ha sempre amato definirsi così: come un punk,,, ma con i capelli lunghi! E’ un’attitudine, la sua, che in 30 anni non mai cambiata, fregandosene di mode passeggere e insignificanti! Questi sono i Venom, questo è il Black Metal del 2015!”

Long Live Rock’n’Roll:
Ci sono anche alcuni elementi doom-metal come chiaramente si riscontra ascoltando un “brano come ‘Smoke’. Se non ricordo male questo è in assoluto il primo brano composto dai Venom in tutta la loro carriera con simili referenze…e poi contiene le migliore prova di Cronos al microfono! Sei d’accordo con me?

Rage:
“Si, assolutamente ma non solo vocale! La parti di basso che ha composto e suonato su questo brano sono strepitose, mi piacciono davvero tanto! Ho scritto io ‘Smoke’ e dato che sono un grandissimo appassionato della musica dei Candlemass mi sono ispirato a loro, mantenendo pur sempre tutte le caratteristiche tipiche dei Venom. Penso sia venuto fuori un brano davvero buono, ottimo risultato!”

Long Live Rock’n’Roll:
Perché avete deciso di inserire ben 3 assoli nella title-track? Anche questo mi sembra un fattore nuovo per la struttura musicale delle tipiche composizioni dei Venom dove le parti di chitarra solista erano normalmente ridotte all’osso.

Rage:
“Ma perché no?!? Sai, la situazione all’interno della band è cambiata molto rispetto a quando entrai in formazione ai tempi dell’album ‘Hell’, un periodo in cui Cronos tendeva ad avere il controllo su ogni cosa. Già con ‘Fallen Angels’ le cose erano cambiate, eravamo stati insieme parecchio tempo in tournée assieme ed avevamo imparato a conoscerci meglio e a fidarci l’uno degli altri, proprio come una vera band dovrebbe fare! Per rispondere alla tua domanda: si ho messo 3 assoli in quella canzone semplicemente perchè ci stavano alla grande! Gli ho detto: ”Senti un po’…io qui fare in questo modo qui…” e Cronos mi ha risposto: “Se ritieni che funzionino perfettamente alla struttura della canzone, fallo! Hai carta bianca!” Alla fine suonano come 3 sezioni differenti della stesa canzone proprio grazie agli assoli di chitarra che tendono a dividere il brano!”

Long Live Rock’n’Roll:
L’immagine di copertina non rappresenta affatto le tematiche trattate nella canzone, dato che siamo alle prese con un interrogatorio ad una strega ai tempi dell’inquisizione…

Rage:
“La copertina e il titolo dell’album sono una specie di concept iniziato con ‘Fallen Angels’ e che proseguiremo sicuramente anche con il prossimo disco. Gli angeli cacciati dal paradiso e confinati all’inferno riemergono dagli abissi per spargere il male su tutta la terra. La stregoneria è solo una parte del male che si è manifestato sinora nel mondo. Per quel che concerne il titolo dell’album semplicemente ci è sembrata una cosa molto ‘cool’ riprendere le parole dello storico intro da sempre usato nei concerti della band. Cosa vorrebbero le legioni dei nostri fans come titolo del disco? Ci domandavamo. Sicuramente qualcosa di molto forte, che faccia capir loro che i Venom sono sempre quelli di una volta! Così abbiamo optato per ‘From the Very Depths’ con demoni che emergono dagli inferi, pentagrammi e tutto quello che da sempre rappresenta la storia della band.Tutto qui, semplicemente!”

Long Live Rock’n’Roll:
Pensi che questa possa essere la miglior formazione di sempre dei Venom?

Rage:
“Potrebbe essere così, ma non sta a me esprimere simili giudizi in merito, ma al pubblico che compra i nostri dischi e ci viene a vedere dal vivo. Posso solo aggiungere che ci troviamo perfettamente sia in studio che su un palco quindi mi sembrerebbe possibile confermare la tua domanda!”

Long Live Rock’n’Roll:
Dopo un primo ascolto di questo ‘From the Very Depths’ possiamo tranquillamente affermare che non c’è più assolutamente bisogno di una reunion della formazione originale dei Venom (sempre richiesta specie dai Die Hard fans della band) o sbaglio?

Rage:
“Essendo uno dei membri fondatori di questa storica band, Cronos ha deciso di andare avanti con me e Dante. Ed al momento non credo proprio che ci sia in previsione una reunion con membri originali della band. Ma non sono certo io la persona più indicata per rispondere ad una simile domanda, perdonami!”

Long Live Rock’n’Roll:
Volevo solo ribadire il fatto che il nuovo album suona talmente fresco ed è carico di tutte le peculiarità che da sempre hanno contraddistinto la band che a parer mio neppure la formazione originale avrebbe potuto ottenere un risultato simile..

Rage:
“Grazie delle belle parole. Vedi in fondo io e Dante siamo assieme con Cronos da otto anni ormai. Praticamente abbiamo passato più tempo insieme noi di quando abbia fatto la formazione originale dei Venom! Lo so che i fans vorrebbero sempre vedere la loro formazione preferita esibirsi sul palco e continuare a sfornare dischi di alto livello. Sai, quando Adrian Smith abbandonò gli Iron Maiden dopo ‘Seven Son’ ero disperato dato che avrei voluto sempre vedere quella formazione insieme dato che sono un loro accanito fans. Ma a quei tempi non era possibile perfettamente Adrian continuare con la band. Ho molto rispetto per i membri originali dei Venom, hanno scritto la storia. Sai, da ragazzino guardavo loro come a degli dei scesi in terra e non riuscivo a capacitarmi di come una band della mia città di Newcastle fosse riuscita ad arrivare a quei livelli di notorietà mondiale. Per me è un vero privilegio poter contribuire alla storia di questa gloriosa formazione, credo che abbiamo ancora un bel pò di cose da dire.”

Long Live Rock’n’Roll:
Concludendo… questa ‘Rise’ messa così in coda all’album con tanto di pubblico in visibilio che urla a tutta voce rispondendo a Cronos che aizza come un forsennato, sa molto di anni ottanta, dove l’aspetto live per una band era fondamentale! Il brano stesso, messo li in quel modo sa molto di una manovra tipica della band, un po’ come accaduto nel 1985 con ‘Too Loud (For The Crowd)’ che presagiva all’arrivo di un live album che dopo ‘Possesed’ chiudeva un cerchio. Voglio dire, la vostra prossima mossa sarà quella di immettere sul mercato un doppio album dal vivo magari accompagnato da un dvd?

Rage:
“Che accortezza! Sì, ne stiamo parlando, o meglio ne stavamo parlando circa un anno fa quando pensavamo che questa disco sarebbe uscito verso marzo/aprile 2014. Adesso che le cose sono andate per le lunghe non so con certezza cosa poterebbe succedere. Di sicuro non passeranno altri 3 lunghi anni per un prossimo studio album. Non lo so, vedremo! Certamente un album dal vivo e un dvd sono nei nostri piani imminenti!”

Long Live Rock’n’Roll:
A proposito di aspetto live: farete finalmente un tour europeo vero e proprio di supporto a ‘From The Very Depths’ o ancora vi limiterete a sporadiche apparizioni annuali a Festival estivi mirati?

Rage:
“Ne stiamo discutendo! Non so darti ancora una risposta certa al momento. Abbiamo già alcune date fissate per il 2015 unicamente circoscritte a Festival. Se ci sarà una tournée europea, penso che si dovrà attendere sino all’autunno del 2015, comunque ti terrò informato.”

Long Live Rock’n’Roll:
Volevo sapere se eravate intenzionati nel girare un video-clip per… bip-bip-bip – ‘This is your last question Luca, thank you for your time…” eccola: la vocina fatidica che mi avverte che il mio tempo a mia disposizione è scaduto.

Lasciamo perdere la domanda e prendiamo commiato da Rage educatamente, salutandolo e ringraziandolo per la disponibilità dimostrata. In attesa che si manifesti ai nostri microfoni, prima o poi, anche il Sauron del Metal. Con i Venom: mai dire mai….

11102671_852908588107047_4500515461702950982_n

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*