The Poodles – Sweet Trade

 

AFM Records – Ottobre 2007

Dopo il debutto di un anno e mezzo fa, The Poddles ritornano per pubblicare un album di pura ispirazione Metal, “Sweet Trade”. Il desiderio di proporre un accattivante mix di epic, glam e puro heavy metal si impone chiaro alle orecchie soprattutto di chi ha la capacità di apprezzare un album nella sua interezza.

La produzione porta al pubblico un lavoro che inizia un po’ in sordina (“Flash and Blood” è accattivante ma forse un po’ stucchevole), ma che attraverso il fantastico riff di “Streets of Fire” rivela subito una potente svolta battagliera. E’ notevole l’attenzione che la band dedica alle parti vocali, con cori di BonJoviana memoria,e stupefacente è la capacità di creare riff coinvolgenti e quantomeno azzeccati. Pezzi come “Seven Seas” e “Walk The Line” riportano agli anni 80, metal da cantare a squarciagola… ma a mio parere servono da traino per una parte centrale dell’album che sorprende a che finalmente mi convince a pieno. A partire da questo punto la band sciorina una serie di pezzi che coinvolgono,l’album si fa importante con il passare di bombarde vere e proprie come “Thunderball” e “Reach The Sky” (imponente e grandiosa con in suo incedere la prima, trascinante e fresca la seconda, in cui nuovamente scorgo tracce del glam piu’ puro). Jakob e soci non si dimenticano poi di farci estrarre gli accendini con due ballad molto belle, con “Without You” che spicca credo forse come il brano più ispirato di tutto l’album. Si ritorna dunque a fare air-guitar con i pezzi successivi… per arrivare finalmente a “Kiss Goodbye”, secondo me la canzone migliore dell’opera. Premesso che qua e la nell’album si sente affiorare il suono di una tastiera, ma che forse la band non ha voluto osare nel suo utilizzo (per me sbagliando,il risultato è di ottenere una via di mezzo che non mi convince), in “Kiss Goodbye” i ragazzi viaggiano finalmente a mille ed all’unisono verso la direzione della pienezza del suono, e l’insieme di voce, chitarra, sessione ritmica e tastiere portano all’ottimo risultato che tutti potranno ascoltare, tanto che inalmente un assolo si libera e rimane nelle orecchie. Chiusura con l’ultima ballad, “Shine”, glam rock allo stato puro.

Come dicevo all’inizio l’impressione che si ha è di un buon lavoro, con alcuni pezzi decisamente belli, frutto delle esperienze passate dei singoli,e dell’amalgama creativa crescente. Un lavoro che va ascoltato interamente prima di essere giudicato, perchè solo in questo modo se ne può apprezzare la genuinità delle melodie,cercata coscientemente e con attenzione. Penso infatti che questo cd sarà la colonna sonora nella mia macchina per un po’ di tempo, anche se la scelta di suddividere il promo inviatomi in 96 tracce (avete letto bene, 96 parti di 20/30 secondi l’una) mi farà impazzire nella ricerca dei brani, sperando di non andare a sbattere per cercare la traccia 81!!!

www.poodles.se

Tracklist:
1. Flesh And Blood
2. Streets Of Fire
3. Seven Seas
4. Walk The Line
5. Thunderball
6. Reach The Sky
7. We Are One
8. Without You
9. Band Of Brother
10. Heaven’s Closing In
11. Kiss Goodbye
12. Shine

Band:
Jakob Samuel – voce
Christian Ludvquist – batteria
Pontus Egberg – basso
Pontus Nordgren – chitarra

 

 

 

Articoli Correlati

About Francesco Amato 537 Articoli
Born to Lose, Live to Win | Rock'n'Roll is my life, so... long live rock'n'roll !!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com