DIRT, il capolavoro degli Alice in Chains, usciva 27 anni fa

L'ultimo album della band registrato con tutti e quattro i membri originali

Dirt è il secondo album in studio della rock band americana Alice in Chains, pubblicato il 29 settembre 1992, attraverso la Columbia Records.

Raggiungendo il numero 6 nella classifica di Billboard 200, l’album è stato acclamato dalla critica musicale e d’allora è stato certificato quattro volte platino dalla RIAA e ha venduto  cinque milioni di copie in tutto il mondo, rendendo Dirt l’album più venduto della band fino ad oggi.

È l’ultimo album della band registrato con tutti e quattro i membri originali, dato che il bassista Mike Starr abbandonò la band nel gennaio 1993 per i suoi problemi di dipendenza da sostanze.

L’album ha avuto cinque singoli: “Would?”, “Them Bones”, “Angry Chair”, “Rooster” e “Down in a Hole”; tutti accompagnati da video musicali. Il video musicale di “Would?” è stato nominato per un MTV Video Music Award come miglior video di un film, poiché la canzone è stata inserita nella colonna sonora del film di Cameron Crowe, Singles, del 1992.

Le canzoni dell’album erano incentrate su depressione, dolore, rabbia, comportamento antisociale, relazioni, tossicodipendenza (principalmente eroina), guerra, morte.

La traccia “Iron Gland” presenta Tom Araya degli Slayer alla voce. La maggior parte della musica dell’album è stata scritta dal chitarrista Jerry Cantrell, ma per la prima volta il cantante Layne Staley ha scritto due brani: “Hate to Feel” e “Angry Chair”, ed entrambi presentano anche Staley alla chitarra.

Rolling Stone ha elencato l’album al numero 26 nella sua lista dei 100 Greatest Metal Albums of All Time. Dirt è stato incluso nel libro del 2005 “1001 Album che devi assolutamente ascoltare prima di morire”. È stato votato “Kerrang! Critic’s Choice Album of the Year”. Guitar World ha nominato Dirt come il miglior album chitarristico del 1992. Loudwire lo ha nominato uno dei migliori album di Metal degli anni ’90, e Rolling Stone lo ha classificato al n. 6 della sua lista di “50 Greatest Grunge Albums” nel 2019. 

 

Jerry Cantrell, Alice in Chains live @ Milano 2006, foto di Ema Contino

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X