Draiman (DISTURBED) di nuovo contro Roger Waters (Pink Floyd): “si è bruciato il cervello con la droga!”

David Draiman, il cantante dei Disturbed, ha fatto scalpore il mese scorso quando ha attaccato l’ex bassista dei Pink Floyd Roger Waters sul rifiuto di quest’ultimo di esibirsi in Israele, dando a Waters e del “nazista” per far subire alla popolazione palestinese le decisioni del governo israeliano.

Alla vigilia della performance di Disturbed in Israele avvenuta il 2 luglio, Draiman ha attaccato ulteriormente il bassista in una nuova intervista con il podcast israeliano Met Al Metal, attaccando Waters come “delirante” e accusandolo di sostenere dittatori:

“Non fraintendetemi – penso che ognuno possa avere un’opinione, un’opinione informata, criticando qualsiasi governo sulla faccia del pianeta. Alla fine della giornata, che tu sia d’accordo con tutte le politiche dell’attuale governo israeliano o no, non si può ritenere responsabile un’intera nazione e un intero popolo e un’intera società “.

” L’uomo è così delirante, e lui così preso dalla sua stessa psicosi e dal suo stesso odio mascherato da questa campagna BDS [Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni] citata e non… Lui è un uomo malato

“Si è esibito (in Israele) e ci ha inventato delle storie su di esso, sbagliate. Non so se lo hai sentito cercare di dire come, durante quella performance, ha cercato di rivolgersi al pubblico per chiedere pace ricevendo negatività e fischi…”

Ha appena festeggiato il dono di una chitarra di Nicolás Maduro dal Venezuela, per l’amor di Dio – uno dei dittatori più feroci del mondo, che ha massacrato il suo stesso popolo, affamato la sua stessa gente.”

“Non so cosa si sia fatto, per quanto riguarda la droga, durante la sua vita, ma qualsiasi cosa abbia preso gli ha fritto il cervello. Non gli funzionano più le rotelle!”

I Disturbed hanno suonato per la prima volta in Israele ieri sera e hanno eseguito anche l’inno nazionale israeliano. Secondo The Jerusalem Post, il cantante di 46 anni, di origini ebraiche, ha parlato alla folla in ebraico per tutto lo spettacolo e, ad un certo punto, ha indossato una maglietta con le insegne delle Forze di Difesa israeliane (IDF) e ha detto:

“Questo è per tutti i soldati delle IDF”.

Anche le bandiere israeliane sono state proiettate sullo schermo durante l’esibizione.


Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*