comunicato stampa

It’s so easy e altre bugie, in uscita mercoledì 13 marzo per Il Castello, collana Chinaski Edizioni, è l’autobiografia di Duff McKagan, in cui il membro fondatore dei Guns N’Roses racconta la storia della sua ascesa verso la fama e il successo. Un successo fatto di milioni di dischi venduti, concerti sold out in tantissimi Paesi, soldi e belle donne. Un successo inarrestabile che pretende però, come quasi sempre avviene in questi casi, un dazio da pagare.

Nel 1984, all’età di vent’anni, Duff McKagan lasciò la nativa Seattle: sia per seguire le sue ambi-zioni musicali, sia per allontanarsi da una moria di overdose d’eroina che stava decimando la sua cerchia di amici nella locale scena punk. Dopo qualche settimana a Los Angeles, mentre trascorreva le notti in auto, rispose a un annuncio pubblicato da un non meglio identificato “Slash” per un ruolo come bassista. Subito dopo nacque La band più pericolosa del mondo, i Guns N’ Roses, che venderanno globalmente oltre cento milioni di dischi.

In It’s so easy e altre bugie, McKagan racconta l’improbabile traiettoria del gruppo verso una sequenza di album multiplatino, decine e decine concerti negli stadi di tutto il mondo e gloria internazionale. Ma questo genere di fama comporta quasi sempre un lato più cupo e problematico, che sicuramente ha presentato il conto anche a Duff, così come alla stessa band.

Quando i GN’R cominciarono a sgretolarsi, il bassista capì che anche per lui i giorni erano contati. Miracolosamente sopravvissuto agli effetti devastanti dell’alcolismo, la sua esperienza prossima alla morte si rivelerà uno spartiacque, il punto di svolta verso un percorso personale fatto di sobrietà e scelte inaspettate.

Con uno stile genuino e originale, Duff McKagan – una delle personalità più brillanti e complesse nel mondo del rock – accompagna i lettori nel suo complicato viaggio attraverso il cuore oscuro di una delle band più famose nella storia della musica popolare, fino a condurli alla luce, verso la speranza.

  

L’AUTORE

Duff McKagan è il bassista originale e cofondatore dei Guns N’ Roses e ha contribuito a buona parte dei loro più grandi successi. Ha formato i Velvet Revolver con lo storico sodale Slash e militato in altre band di successo, oltre a condurre una carriera solista. È editorialista per Seattleweekly.com ed ESPN. com e, tra le varie testate, ha collaborato con il New York Times, Rolling Stone e Playboy. Nel 2016 ha pubblicato il suo secondo libro: How to Be a Man (And Other Illusions). Laureato in Marketing ed Economia, ha avviato una società di consulenza patrimoniale. Con numerosi colleghi, si prodiga in diverse attività a scopo benefico. Vive a Seattle con la moglie, la top model Susan Holmes, e le loro due figlie.

IT’S SO EASY e altre bugie

di Duff McKagan
Traduzione italiana: Giuseppe Ciotta

Editore: Il Castello
Collana: Chinaski edizioni
Pagine: 400
Formato: 15 x 21 cm – bross. con alette
Prezzo: € 22,00
Codice ISBN: 9788827604113
 Disponibile dal 13 marzo

 

Estratto dal prologo:

Iniziai a fumare erba davvero in tenera età: tra i nove e i dieci anni, per l’esattezza. Trangugiai il primo drink in quinta elementare e provai l’LSD in prima media, alla Eckstein Middle School di Seattle, quando un ragazzo di terza mi aveva offerto un trip. Nel Nordovest i funghi spuntavano ovunque – nei parcheggi, nei giardini delle case, praticamente dappertutto – e imparai subito a riconoscere quelli che ti fanno sballare. In seconda media ero diventato un esperto nel distinguere i funghetti liberty cap da tutti gli altri che non ti facevano alcun effetto. Sempre in seconda media sniffai cocaina per la prima volta. E alle scuole medie provai anche la codeina, il Quaalude e il Valium. Negli anni ’70 il consumo di droghe tra i ragazzini non era tanto messo al bando, e non c’erano avvertimenti dappertutto che sottolineavano quanto fossero pericolose…

Avatar
Author

Comments are closed.