Graham Bonnet non potrà partecipare alle date del MICHAEL SCHENKER FEST nel Regno Unito nell’aprile 2020 perché sarà sottoposto ad un intervento chirurgico alla colonna vertebrale per alleviare un nervo schiacciato. 

Graham si rammarica di non poter fare gli spettacoli britannici e la prossima volta vedrà tutti i fan del MICHAEL SCHENKER FEST. Bonnet parteciperà ancora agli spettacoli giapponesi del MICHAEL SCHENKER FEST del marzo del 2020.

All’inizio di quest’anno, Bonnet ha detto al giornalista giapponese Masa Ito che era contento di essere ancora abbastanza in forma per sopravvivere ai rigori della strada.

Bonnet dichiara:

Tutti sono bambini rispetto a me. Presto avrò 72 anni – un uomo molto anziano. Sto bene – sto facendo del bene. Sono molto felice di essere in buona salute. Molti dei miei amici sono morti – molte persone che ho conosciuto sono morte negli ultimi due o tre anni. Sono contento di camminare e sorridere ancora…

MICHAEL SCHENKER FEST è un progetto ambizioso e poco ortodosso con quattro cantanti con cui il leggendario chitarrista tedesco Michael Schenker lavora dal 1979 – Gary Barden, Graham Bonnet, Robin McAuley e Doogie White. La spinta a creare nuova musica si basa sullo stesso spirito che ha plasmato tutta la carriera di Schenker, da quando ha registrato il suo primo album, “Lonesome Crow”, con gli SCORPIONS nel 1970 all’età di 15 anni.

Il secondo album in studio di MICHAEL SCHENKER FEST, “Revelation”, è stato pubblicato la settimana scorsa con Nuclear Blast.

 

 

Redazione
Author

Write A Comment

X