Michael Schenker come Gesù crocifisso su una gigantesca chitarra Flying V nella cover del nuovo “Revelation”

A un anno di distanza dal precedente “Resurrection”  del 2018 Michael Schenker Fest – ovvero la band che fa capo al virtuoso chitarrista tedesco – pubblicherà “Revelation”, il loro secondo disco in uscita il 2o settembre su Nuclear Blast. La casa discografica giapponese di MICHAEL SCHENKER FEST, Ward Records, ha svelato le copertine del secondo album della band, lasciando sbigottiti gli addetti ai lavori.

La copertina, in stile dipinto a olio, ricrea infatti l’antica scena della crocifissione con Michael Schenker, come Gesù, è crocifisso su una gigantesca chitarra Flying V. Mentre i Romani sollevano il leggendario chitarrista tedesco, i suoi membri della band, che impersonificano gli Apostoli e vestiti da metallari, sono trattenuti dai guerrieri romani.

“Revelation” è stato prodotto da Michael Schenker e Michael Voss ed è stato registrato e mixato da Voss al Kidpool Studio Greven & Kidwood Studio a Münstertal, in Germania tra il dicembre 2018 e il marzo 2019.

Dichiara Michael Schenker:

“Sulla scia di quanto ci siamo divertiti a registrare l’album precedente, del suo successo e del tour fantastico che abbiamo intrapreso, mi sono messo a comporre nuovi brani per questo nuovo disco targato Michael Schenker Fest. I brani di “Revelation” esprimono cose che sono successe nel mio passato e che mi stanno accadendo attualmente. Parlano di passione e purezza contro l’avidità e la corruzione. C’è molto da dire ed è ora che io faccia sapere alle persone qualcosa al riguardo…
È addirittura un passo in avanti rispetto a “Resurrection”, con l’input straordinario da parte di tutti i cantanti e di tutti i musicisti coinvolti; non avrei potuto sperare in un risultato migliore. I brani sono scattanti, energici, potenti e ricchi di melodie coinvolgenti e con batteristi come Simon Phillips e Bodo Shopf abbiamo ottenuto risultati sorprendenti! Questa volta siamo anche riusciti a mettere a punto tre grandiosi pezzi mid-tempo con tutti i cantanti coinvolti … “

Ai quattro cantanti – Gary Barden, Graham Bonnet, Robin McAuley e Doogie White – si aggiunge Ronnie Romeo (Rainbow). Dichiara Schenker:

“È accaduta una cosa incredibile; avevamo pronta questa canzone, quando Michael [Voss] ha suggerito Ronnie Romeo dei Rainbow di Ritchie Blackmore, con cui aveva lavorato in passato. Ne è uscito fuori un classico! Siamo pronti a presentare questo album unico al mondo ed io non vedo l’ora… La nostra etichetta Nuclear Blast è totalmente entusiasta di questo disco e sono particolarmente felice di aver ricevuto un messaggio da Markus Staiger, il fondatore di Nuclear Blast, in cui mi ha detto quanto ami i brani di questo album!”

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


X