SHARON OSBOURNE: BOB DAISLEY è un “vecchio triste stronzo che non accetta il licenziamento da Ozzy”

La moglie e manager del Madman ancora contro l'ex bassista che aveva fatto causa

Sharon Osbourne ha apostrofato Bob Daisley come un “vecchio triste stronzo” che “non riesce a superare il fatto” che sia stato licenziato dalla band solista di Ozzy Osbourne.

Daisley, che ha suonato il basso nei primi due album solisti di Ozzy, ha citato in giudizio il Madman diverse volte in merito a royalties non pagate. Daisley continua a ricevere i suoi diritti d’autore per le canzoni che ha scritto sull’album “Blizzard Of Ozz” di Ozzy e sul seguito “Diary Of A Madman“.

Sharon ha parlato del coinvolgimento di Bob nella carriera del marito durante una recente intervista ad ampio raggio con Celebrity Access Encore.

Alla domanda se il primo album solista di Ozzy sia stato concepito come un lavoro di squadra con la band, Sharon ha risposto:

“Mai, mai, mai. E’ stato Bob Daisley ha dirlo questi anni. È un triste vecchio stronzo che ha suonato in due dei più grandi album del genere e [Bob] non riesce a superare il fatto che non lo abbiamo usato ulteriormente… Non è mai riuscito a superarlo e ha tentato di farci causa tre volte – ogni volta respinta dal tribunale. Respinta tre volte dal tribunale, ha cercato di cambiare la storia… ma non c’è modo, era Ozzy Osbourne.”

Sharon ha anche parlato della sua decisione di rimuovere le tracce suonate da Daisley e dal batterista Lee Kerslake dalle ristampe del 2002 di “Blizzard Of Ozz” e “Diary Of A Madman”, sostituendo le registrazioni originali con le tracce del bassista e batterista di Ozzy, Robert Trujillo e Mike Bordin, rispettivamente.

Ammettendo che è una “perfida stronza“, Sharon ha detto che le tracce sono state ri-registrate con nuovi musicisti “solo per insegnare a [Bob] una lezione“.

Il bassista aveva fatto causa chiedendo un risarcimento di 2 milioni di dollari. Secondo Daisley, Ozzy non gli avrebbe pagato le royalties relative al brano del 1980 Crazy Train di cui il bassista era co-autore. Ma gli avvocati del cantante dei Black Sabbath hanno alle accuse:

“Nel corso degli ultimi 36 anni il signor Daisley ha ricevuto pagamenti biennali dalla Blizzard Music per milioni di dollari che sono stati sempre incassati. Nel corso del tempo il signor Daisley ha sentito i responsabili della Blizzard Music attraverso vari avvocati che non hanno mai trovato nessuna discrepanza. Ha anche presentato cause in America e in Inghilterra che ha sempre perso. Comprendiamo che per lui, ora in pensione, questi soldi rappresentano i suoi unici guadagni, ma dopo 36 anni questi tentativi non hanno senso. Il nostro augurio è che dopo 36 anni il signor Daisley perda la sua ossessione ed il suo risentimento verso il successo di Ozzy Osbourne”.

Nell’episodio di mercoledì (3 luglio) del popolare talk show diurno della CBS “The Talk”Sara Gilbert la moglie di Ozzy aveva ammesso di avre trascurato il marito.  La co-conduttrice Sharon Osbourne aveva risposto:

Non l’ho fatto fino all’incidente di mio marito quest’anno, non l’ho fatto davvero. Tra un paio di mesi, lo farò o lo farò. Ho messo a parte le cose di famiglia, e mi sono appena resa conto dopo l’incidente che la tua vita può cambiare in un second, non lo farò mai più, la mia priorità numero uno è prendermi cura di mio marito.

All’inizio di aprile, Ozzy ha rinviato tutte le date del suo tour 2019, sia in Nord America che in Europa, mentre si riprendeva da un infortunio subito durante il suo recente attacco di polmonite. Il cantante è caduto nella sua casa di Los Angeles, aggravando anni di ferite riportate nel suo incidente del 2003 che ha richiesto un nuovo intervento chirurgico.

La maggior parte degli spettacoli del 2019 di quelli annunciati dell’ultimo tour completo di Ozzy sono stati riprogrammati a partire da febbraio 2020. Ai fan viene chiesto di conservare i loro biglietti originali, in quanto saranno onorati per le date posticipate.

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*