Broken Teeth – 4 On The Floor

 

EMP Label Group – Giugno 2017

E’ solo rock’n’roll… la vita è solo questo, un sigillo, un amore, una passione. Sorrido quando mi si dice che il rock’n’roll è morto… anzi rido fragorosamente perchè dai morti non c’è altra affermazione che possa valere. Ma per noi vivi, vegeti, passionali e oscuri uomini della notte il rock’n’roll è nel nostro battito e nel soffio della vita che ci rende immortali…

Ed ecco Broken Teeth da Austin, Texas, una band infernale e velenosa che radicalizza la base del rock’n’roll nell’energia e nella potenza di quei padri del rock’n’roll inarrivabili ed irraggiungibili nati nell terra dei canguri, rock’n’roll targato fratelli Young. ‘4 On The Floor’ è un classico rock’n’roll album, fresco, dinamico, potente, irriverente, coraggioso e divertente. Chiaramente l’originalità non è il punto di forza di questo quintetto stelle e strisce, a volte la ricerca sfrenata di qualcosa di nuova porta a soluzioni discutibili… tanto vale spaccare di brutto… questo ottavo lavoro dei cinque ceffi texani è molto interessante e divertente con dei momenti davvero interessanti e potenti. Di certo l’iniziale brano, la title track per intenderci, è un buon compromesso tra potenza e passione. Il ritmo è subito rallentato con la bluesy ‘Sinful’ e la successiva ‘All Or Nothin’ ‘ mi caricano davvero tanto. Belle le dinamiche blues rock di ‘Borrowed Time (W.O.M.G.)’. Insomma è puro e classico rock’n’roll, che cosa si vuole di più. A me piace divertirmi, celebrare il grande cattivone e condividere emozioni con chi mi sta a cuore… il resto poco importa. Efficaci i riff di chitarra, graffiante la voce che schiaffeggia l’udito con le sue spruzzate di acidità, cadenzati i ritmi sempre precisi e martellanti. interessanti anche i solo di chitarra che ravvivano qualsiasi brano…

Ma da ingrigito Motorhead bager, quando ascolto il ritornello di ‘Never Dead’ che recita ‘… I Believe in Motörhead… Motörhead Never Dead…’ e il successivo inciso di chitarra di Ace of Spades… allora, asciugo la lacrima, alzo i pugni al cielo e comincio a cantare ‘… I Believe in Motörhead… Motörhead Never Dead’… vecchio romantico!!!

Molto divertente e molto rcok’n’roll anche ‘All Day Sucker’, tanto sudore e il giusto tributo alla vita che non potrà mai spegnersi. E poi la conclusiva ‘Rock Bottom’, introdotta da un arpeggio inaspettato che si interrompe per lasciare spazio ad un saltellante e profumato brano.

Dunque, originale: no. Divertente: sì, da morire, bello, potente, sfacciato e puro… E che la festa continui…

www.brokenteeth.com

Tracklist:
1. Four On The Floor
2. Sinful
3. All Or Nothin’
4. Getcha’ Some
5. Borrowed Time (W.O.M.G.)
6. House Of Damnation
7. Let The War Machine Roll
8. Never Dead
9. All Day Sucker
10. Rock Bottom

Band:
Jason McMaster – Vocals
Jared Tuten – Guitars
David Beeson – Guitars
Robb Lampman – Bass
Bruce Rivers – Drums

 

About Francesco Amato 469 Articoli
Cofondatore e Caporedattore di www.longliverocknroll.it - Lunga Vita al Rock'n'Roll

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*