Thin Lizzy – Vagabonds Kings Warriors Angels

 

Festeggiare il compleanno dopo una certa età non ne vale la pena, ma quando ti viene regalato un cofanetto cosi bello diciamo che allevia il dolore… Vagabonds Kings Warriors Angels. Così si intitola il “libro cofanetto” sui Thin Lizzy edito da earbooks (www.earbooks.net) 4 cd per un totale di 5 ore di musica racchiuse in 73 brani e 106 pagine di foto della band irlandese. Il cofanetto è formato anche da 4 cd: Vagabonds, King, Warriors e Angels. La suddivisione è cronologica ma non è stata applicata alcuna logica tipica del rock n roll, perchè il rock esiste quando i vagabondi vengono trasformai in re,una volta diventati re devono trasformarsi in guerrieri per difendere il proprio regno e la parte più difficile è quella di attendere ed elevarsi a celebrità, in angeli.

Lo stile dei Thin Lizzy spazia su quasi tutti i territori musicali, ma sempre ben compatto sul a hard rock permeato Blues, Folk, Soul e Funk. L’origine del loro nome è incerto qualcuno sostiene che il nome forse deriva da un soprannome dato alla macchina Ford Model T, Tin Lizzie, altri dicono che è un nome di un personaggio preso da un fumetto Dandy (un robot, che ha preso davvero il nome dalla macchina Ford Model T) chiamato Tin Lizzie. Poi la band storpiò leggermente il nome, formato da due parole che nel dialetto irlandese vengono pronunciati allo stesso modo: Thin Lizzy.

Il primo brano della raccolta è un inedito, pubblicato solo come singolo in irlanda (The Farmer) il pezzo non è un gran che, soffre delle mancanze della produzione, ma mette in rilievo l’innegabile l’immaginativa creatività di Phill Lynott, perno focale ed indiscutibile mente su cui ruota la storia dei Thin Lizzy. Il cammino della band attraverso un insieme di suoni e di immagini. Tutti i volti e le parole che hanno caratterizzato la vita di un’incredibile band e hanno elevato il nome di Phill Lynott su tutti. Storie di eroi, disperati e della vita di tutti i giorni della gente di Dublino, in cui vengono messi in risalto l’origine e il modo di essere tipico del popolo d’Irlanda. Lo stesso Lynott dice: ‘When I’m in England I say I’m from Ireland. When I’m in Ireland I say I’m form Dublin; when I’m in Dublin I say I’m from Crumlin. When I’m in Crumlin I say I’m from Leighlin Road, and when I’m in Leighlin Road I say I’m Lynott’. I brani storici ci sono tutti, dei 73 presenti l’elenco sarebbe davvero lungo, ma riascoltare Chinatown, Renegade, Jailbreak, The Boys Are Back in Town, Warrior, Cowboy Song, Thunder and Lightning, Bad Reputation e potrei continuare all’infinito citando un elenco di canzoni, tutoli su titoli… E’ realmente una bella storia da ascoltare e anche da vedere, come ho ripetuto più volte. Anche le immagini di tutte le line up dei Thin Lizzy, foto in bianco e nero, le session, dagli esordi fino alla fine tristemente nota!!! Tutto legato insieme dalla storia della band. Da perdersi…

Completato dalla discografia e dalle note su ogni singolo brano questo libro cofanetto è un degno materiale da collezione, un ricco insieme che avvolge e coinvolge la parte sonora e visiva creando un effetto davvero notevole.

 

 

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*