Axl Rose ha dimostrato di essere il salvatore degli AC / DC, che si sono riuniti e hanno registrato un nuovo album.
Quattro anni fa il cantante ha offerto i suoi servizi dopo che le superstar degli stadi australiane hanno perso il cantante Brian Johnson per problemi di udito a metà del tour del 2016 – con molti fan che temevano il peggio per la band.
Ma nonostante la sua reputazione selvaggia, Axl si è dimostrato un’influenza positiva, spingendo la loro reunion dopo una pausa di quattro anni e un nuovo album inaspettato, Power Up.

È un disco che molti temevano non si sarebbe mai materializzato, ma come spiega il chitarrista solista e co-fondatore Angus Young: “Abbiamo avuto la nostra giusta dose di tragedie. Nel 1980, abbiamo perso il nostro cantante Bon Scott e quello è stato un momento molto oscuro per noi. Ma è stato mio fratello (Malcolm) che mi ha contattato in quel momento e ha detto che invece di lamentarci, avremmo dovuto continuare a fare quello che stavamo facendo prima.”

“Nel 2016 sembrava di nuovo molto difficile. Ci trovammo di nuovo davanti a un’incognita perché con i problemi di udito di Brian non sapevamo cosa sarebbe successo.
“C’era un rischio reale che diventasse sordo se avessimo continuato, e nessuno di noi lo voleva.
“Quindi abbiamo dovuto cancellare il resto del tour senza avere idea di cosa sarebbe successo dopo, ma siamo stati abbastanza fortunati che Axl Rose sia intervenuto per aiutarci. Non era pianificato in questo modo: si è messo in contatto con noi e saremo per sempre grati che lo abbia fatto “.

Ma Axl aveva la reputazione di uno che andava giù pesante con festini e il comportamento indisciplinato, e Angus che è astemio aggiunge: “Anch’io avevo sentito un sacco di cose. Ma gli ho parlato faccia a faccia ed è stato molto rispettoso con me e con gli altri.
“Lui ci è stato a sentire. Abbiamo detto: “OK, dobbiamo fare alcune prove per far sì che ciò accada”, e lui si è impegnato a fondo e lo ha fatto in modo molto professionale.
“Non so se posso dire che l’abbiamo addomesticato, ma posso solo dire che quando eravamo in tour, lui era lì con noi.
“Era molto rispettoso. Se eravamo lì per fare lo spettacolo, lui era lì, ed era lì insieme a noi, pronto a partire “.

Crediti traduzione: Chris Romano- The Italian Jungle-Sex,drugs and Guns N’Roses.

Mauro Brebbia
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi