Steve Grimmett, cantante della storica band heavy metal britannica Grim Reaper, è morto a 62 anni.

La notizia è stata confermata lunedì 15 agosto dal figlio Russ e dalla moglie di Grimmett, in post su Facebook. Nessuna causa di morte è stata resa pubblica.

Il decesso di Grimmett è avvenuto cinque anni dopo che gli era stata parzialmente amputata la gamba destra quando una ferita infetta al piede si era diffusa alle ossa della gamba durante il tour sudamericano della band. Il cantante soffriva di diabete.

“Non riusciamo ad esprimere le parole e i sentimenti ora. Ma dato che papà era così famoso, la notizia sta iniziando a circolare prima di quanto avremmo voluto.

Sfortunatamente, nostro padre è morto oggi e lascia un enorme vuoto nel mondo e nei nostri cuori. Abbiamo il cuore spezzato dormi bene papà. Ti ameremo per sempre xxx.

Ha scritto il figlio.

Grimmett si unì ai Grim Reaper nel 1982 e rimase con il gruppo come frontman fino allo scioglimento nel 1988. Nel 1983 esce l’album di debutto “See You in Hell“, che raggiunge il numero 73 nelle classifiche statunitensi. Il loro secondo album in studio “Fear No Evil” del 1985 no fu però in grado di eguagliare il successo del suo predecessore. Il loro ultimo disco “Rock You to Hell” è stato pubblicato nel 1987 prima che i Grim Reaper si sciogliessero nel 1988.

Nel 2006 Grimmett ha ripreso il nome della band formando gli Steve Grimmett’s Grim Reaper. Seguirono diverse apparizioni a festival metal, anche in Germania. Nel 2016 è uscito l’album “Walking in the Shadows“.

Questo il messaggio della moglie:

 

Author

Write A Comment

X