Bruce Dickinson è attualmente isolato nel suo appartamento di Parigi, dove vive con la fidanzata Leana Dolci . Il musicista ha recentemente partecipato a un live con alcuni giornalisti e Alin Dinca del sito Rock FM in Romania.

Ha parlato della sua quarantena insieme alla fidanzata, della pandemia globale, del prossimo disco degli Iron Maiden e del futuro dei tour.

Ecco un estratto dell’intervista:

Com’è la tua vita in questo momento? Cosa fai?

Nel complesso, sono felice. Altrimenti, non sarei qui oggi. Ho organizzato un allenamento di scherma sul balcone, mi sono organizzato molto bene. Abbiamo trasformato il piccolo appartamento in un circuito sportivo intensivo di 45 minuti. Esco anche per correre, fare shopping, guardare video di esercizi su Internet e allenarmi. Devo ammettere che alcuni video mi distraggono molto (ride). Devi trovare cose da fare con piacere. Se non sei bravo in qualcosa, lavori di più, nel mio caso, ho riscoperto la cucina e preparato dei pasti sensazionali. Ho proibito alla mia ragazza di entrare in cucina (ride). È il mio territorio! Cucino tutto tranne le salsicce. Ho anche paura dei cambiamenti (ride). Ho idee di ogni genere, invento cose, preparo ricette con verdure e pesce. Ho spesso preparato piatti meravigliosi, in altri casi, era un casino. Ma è così nella vita (ride).

Quali sono le soluzioni per proteggerci dal coronavirus?

Penso che lo chiederò a Donald Trump. Sembra essere l’esperto (Risate).

Il mondo ha bisogno di un nuovo album degli Iron Maiden.

Sì, sono d’accordo, ma dobbiamo ancora aspettare!

Come pensi che sarà il mondo tra dieci anni?

Dieci anni, dieci mesi, dieci settimane, dieci giorni, dieci ore, dieci minuti … in dieci anni, non lo so. Tra dieci mesi, possiamo iniziare a riprendere tornare a ciò che pensavamo fosse normale. Tra dieci settimane saremo in grado di spostarci un po’ più liberamente in Europa. Tra dieci giorni, penso che ci faranno uscire per strada. Penso che qui a Parigi ci permettono di percorrere fino a 100 chilometri. Non so se posso camminare così tanto. In dieci anni? Non penso che nessuno possa dire come sarà la vita, quindi tutti abbiamo opinioni e rimangono (le opinioni). Tuttavia, una cosa di cui sono certo: le persone diventeranno molto più responsabili e attente quando si tratta di se stessi e delle loro famiglie. La globalizzazione ha interessato tutto il mondo, i paesi hanno ormai capito che, in casi estremi, devono difendersi. Non hanno sicurezza, questa pandemia è iniziata in modo brutale e tutti sono stati colti di sorpresa, nessuno poteva fidarsi dei loro vicini, nessuno aveva risorse extra. Sono sicuro che tutti i paesi hanno imparato qualcosa e dobbiamo essere consapevoli che questi sono i risultati di una pandemia. Possa Dio proteggerci dalla guerra o da un’enorme catastrofe naturale!

Come vedi il futuro della scena musicale e degli spettacoli?

Il futuro dell’arte si rifletterà perfettamente nel futuro dell’umanità. O restiamo bloccati nelle nostre grotte a desiderare il contatto con altre persone e diventiamo pazzi, oppure possiamo facilmente iniziare a uscire e tornare a una vita normale in cui possiamo interagire, possiamo andare a giochi e spettacoli. Ci sono due opzioni, i governi impareranno da questa esperienza, saranno meglio preparati per il prossimo virus che apparirà. Abbiamo bisogno di un’azione immediata da parte dei governi, abbiamo bisogno di laboratori preparati per combattere questi casi. I politici non sapevano cosa fare e arrancano finché non portano alcuni paesi sull’orlo della distruzione. È un momento difficile e dobbiamo affrontarlo insieme. È difficile per l’industria dei concerti, per lo sport … Ho molti amici sportivi, campioni olimpici e mondiali, Non so se sei a conoscenza del lavoro svolto da atleti come questi ogni giorno. Lavorano lunghe ore al giorno, vivono per lo sport, hanno sacrificato le loro vite. Per loro, tutto ciò che conta sono le competizioni, si stanno preparando da anni per 5 minuti di gara e ora è tutto cancellato. Sono andato ad alcune competizioni per veterani, sono un veterano ora, ma per loro è terribile. Forse l’anno prossimo non saranno in forma come lo sono ora. Certo, tutto tornerà un giorno, sia per lo sport che per gli spettacoli. Ma vedremo quando. Vi informeremo. 

Com’è la vita senza spettacoli?

E’ una situazione temporanea. Quindi, dobbiamo essere calmi per tornare sul palco più tardi. Non è piacevole, gli Iron Maiden avevano in programma un grande tour, spettacoli in stadi pieni e biglietti esauriti. Dobbiamo aspettare e vedere cosa verrà dopo. Passo dopo passo, scopriremo un nuovo mondo insieme.

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi