OZZY OSBOURNE: il nuovo singolo “Under The Graveyard” tratto da “Ordinary Man” in uscita a gennaio

L'album s'intitolerà Ordinary Man e vede il chitarrista Andrew Watt, il bassista Duff McKagan e il batterista Chad Smith

“Under the graveyard, we’re all rotting bones – everything you are, can’t take it when you go, I ain’t living this lie no more.”

OZZY OSBOURNE affronta il tema della morte, avendola vista da vicino nell’ultimo anno, nel suo nuovo singolo “Under The Graveyard” su YouTube, Spotify, Apple Music e le piattaforme di streaming.

Questo è il primo brano estratto dal nuovo album, “Ordinary Man“, che dovrebbe essere pubblicato a gennaio 2020 e del quale si attendono i dettagli.

OZZY, che ha registrato il disco nei mesi scorsi con con il produttore di POST MALONE e chitarrista Andrew Watt, il bassista Duff McKagan (GUNS N’ ROSES) e il batterista Chad Smith (RED HOT CHILI PEPPERS), ha dichiarato:

“‘Ordinary Man’ è l’album più importante che ho fatto da molto tempo, probabilmente da dopo ‘No More Tears‘.

Tutto è iniziato quando mia figlia mi ha chiesto: ‘Vuoi cantare su un pezzo di POST MALONE?’. La mia prima risposta è stata: ‘E chi cazzo è POST MALONE?’.

Sono andato a casa di Andrew e lui mi ha detto che avremmo fatto una cosa rapida. Dopo aver completato quel pezzo, lui mi ha detto che sarebbe stato interessato a lavorare a un mio album e io ho risposto che sarebbe stato grandioso ma che non avrei voluto rimanere chiuso in uno studio per sei mesi. Poco dopo il disco era già pronto. Duff e Chad suonavano con me di giorno e poi io lavoravo ai brani di sera.

In precedenza avevo detto a Sharon che avevo bisogno di fare un album ma non ne avevo le forze. Andrew me le ha tirate fuori. Spero vi piaccia, perché ho veramente messo cuore e anima in questo disco”.”

Zakk Wylde ha dichiarato di non aver registrato il nuovo disco di Ozzy in uscita a gennaio 2020 e  registrato nei mesi scorsi in grande fretta e del quale ancora aspettiamo i dettagli. 

L’’ex cantante dei BLACK SABBATH ha nuovamente annunciato il rinvio del tour europeo 2020 e ha affrontato il suo stato di salute precario. Il concerto precedentemente annullato del 1 marzo 2019 era stato riprogrammato  il 10 marzo 2020 all’Unipol Arena di Bologna. Ad aprire lo show c’erano i JUDAS PRIEST.

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*