Il chitarrista dei GUNS N’ ROSES, Slash, dice di essere stato “colpito” dalla performance di Axl Rose come cantante sostitutivo alla fine del tour “Rock Or Bust” degli AC/DC.

Gli AC/DC hanno posticipato le ultime 10 date del loro tour nordamericano della primavera 2016 dopo che al frontman Brian Johnson è stato consigliato di smettere di suonare dal vivo o di “rischiare la perdita totale dell’udito”. La band ha continuato a completare le tappe europee e nordamericane del suo tour “Rock Or Bust” con il frontman dei GUNS N’ ROSES come “guest vocalist”.

In una nuova intervista con la rivista Classic Rock, Slash ha detto dell’accoppiamento di Axl con gli AC/DC: “Sono venuto a un concerto a Londra, ed è stato fenomenale. Sono rimasto senza fiato, specialmente quando ha cantato le cose di Bon Scott. Quello è stato un momento di grande orgoglio, in realtà“.

Alla domanda di Paul Elliott, scrittore di Classic Rock, se si è sentito strano nel vedere Rose come frontman di un’altra band così presto dopo che i GN’R hanno lanciato il loro tour di reunion, il chitarrista ha detto: “Per niente. Erano gli AC/DC, amico.

“Il fatto che gli sia stato chiesto di farlo è stato molto bello”, ha continuato Slash. “E si è anche fatto il culo per farlo. Ha davvero aderito a tutto il regime degli AC/DC e ce l’ha fatta”.

“Sul momento, quando è venuto fuori per la prima volta, è stato un po’ stridente, devo dire”, ha ammesso il chitarrista. “Ero super-orgoglioso che lo facesse, ma come sarebbe successo per poi passare direttamente alle cose dei GUNS, davvero non lo sapevo. Ma comunque, ha funzionato. Quindi non è stato un grosso problema.

“In tutti questi anni in cui siamo stati lontani, è diventato super professionale, cazzo. E non ha mai perso un colpo in tutto questo tempo. Quindi è stato fantastico. C’è stata una sorta di sinergia in questi ultimi sei anni che non abbiamo mai avuto nella nostra prima incarnazione”.

Author

Write A Comment

X