Il 24 maggio del 2010, esattamente dieci anni, ci lasciava Paul Gray, in arte #2 o The Pig, bassista degli Slipknot di cui era stato anche cofondatore nel 1992.

Paul Dedrick Gray nasceva l’8 aprile del 1972 a Los Angeles.  Ha suonato la chitarra ma è passato al basso dopo essersi trasferito in Iowa, a Des Moines.
Nel giugno 2003, Gray fece si schiantò con la sua auto contro un altro veicolo. Dopo che la polizia è stata chiamata sul posto e perquisito la sua auto, Gray è stato arrestato per possesso di marijuana, cocaina, nonché per non aver obbedito al codice della strada. 

Gli Slipknot

Nel 1992 inizia l’avventura con gli Slipknot assieme a assieme a Joey Jordison, Anders Colsefini e Shawn Crahan.

La morte

Il 24 maggio del 2010 è stato trovato morto dalla Polizia alle 10:50 nella camera dell’albergo  n. 431 al TownePlace Suites a Urbandale nello stato americano dell’Iowa.

Paul era arrivato in albergo il sabato precedente e avrebbe dovuto lasciare la stanza proprio lunedì 24. La mattina del lunedì un parente di Paul aveva chiamato la reception dell’albergo perché nessuno era riuscito a mettersi in contatto con lui al cellulare nei giorni precedenti, così un dipendente dell’albergo ha trovato il corpo senza vita di Paul nella camera e ha avvertito la polizia. In una chiamata del 911, ottenuta da TMZ, uno dei proprietari dell’hotel ha affermato che un ago ipodermico è stato trovato vicino al letto di Gray, così come molte pillole apparentemente sparse per la stanza

L’autopsia

L’autopsia eseguita il pomeriggio stesso del ritrovamento non ha dato nessun indizio riguardo le cause del decesso se non escludere la morte violenta o qualsiasi tipo di trauma. Gli esiti degli esami tossicologici sono arrivati dopo qualche settimana. A giugno 2010 il Des Moines Register ha rivelato che la morte di Paul è stata causata da un’overdose di morfina e fentanyl, entrambi potenti oppiacei usati nel trattamento del dolore acuto e cronico e dagli effetti psicofisici simili a quelli dell’eroina. Secondo il medico che ha eseguito la perizia, il Dr. Gregory Schmunk, Paul soffriva di problemi cardiaci e sarebbe stata un’iniezione delle sostanze a causarne la morte.

La causa contro il medico

Nel settembre 2012, il medico di Gray Daniel Baldi è stato accusato di omicidio colposo involontario relativo alla morte di Gray, nonché alla morte di almeno altre sette persone. Fu accusato di aver prescritto continuamente narcotici ad alte dosi a Gray dal 27 dicembre 2005 fino alla sua morte, nonostante conoscesse la storia di Gray di tossicodipendenza e dipendenza. Il medico è comparso in tribunale il 27 settembre 2012 per affrontare le accuse, a cui si è dichiarato non colpevole. Il 1° maggio 2014, i giurati hanno ritenuto Daniel Baldi non colpevole per tutti e sette i casi di omicidio colposo involontario dopo due giorni di deliberazione. La moglie di Gray, Brenna, aveva testimoniato durante il processo di due settimane che Baldi aveva prescritto il farmaco Xanax a suo marito, nonostante sapesse che era dipendente dalla medicina.

Nel gennaio 2018 la famiglia ha ricevuto una transazione stragiudiziale da una causa civile avviata contro il Dr. Daniel Baldi e i suoi ex datori di lavoro. Due mesi dopo il Board of Pharmacy dell’Iowa ha definitivamente vietato a Baldi di prescrivere, amministrare o dispensare sostanze controllate per il trattamento del dolore cronico. 

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi