Tim “Ripper” Owens afferma che la possibilità di vedere sul palco l’ologramma di qualche musicista scomparso non sia poi una così brutta idea.

Tim “Ripper” Owens, come molti fra noi, ha gridato allo scandalo a proposito dei concerti con gli ologrammi che sostituiscono i cantanti o musicisti reali. Ma poi non gli è sembrata una idea così cattiva. Vedere l’ologramma di Ronnie James Dio non è stato affatto male, in fin dei conti…

Owens continua dicendo:

Non abbiamo bisogno di un ologramma per continuare l’eredità di Ronnie James Dio. La musica è la sua eredità, e si avrà sempre. Andare ad un concerto del genere è solo sperimentare come potrebbe essere la musica del futuro. Ma poi la musica è un’latra cosa.

Mi piacerebbe vedere uno show di David Bowie, perché non l’ho visto, e la sua carriera è come Ronnie James Dio che è durata così tanto. David Bowie ha continuato a reinventarsi con il passare del tempo, quindi penso che sarebbe fantastico guardare Elvis [ Presley ] o guardare David Bowie o guardare un ologramma Lemmy con Mikkey Dee.Penso che sarebbe divertente. Non è in sostituzione di ciò che è reale. Solo uno spettacolo,  del tipo tanto per uscire di casa e bere qualche qualche drinkI

I fan possono sicuramente aspettarsi di vedere altri tour con ologrammi in futuro,tutto avanza. Quando qualcuno muore nell’industria del cinema, fanno una persona digitale per finire il film, ecco di cosa si tratta, è così che vanno avanti e non penso ci sia nulla di sbagliato in questo. Penso che potrebbe essere meglio guardare un ologramma di KISS proprio ora che guardare la band attuale. 

 

Redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi