Stuart Anstis, ex chitarrista dei Cradle Of Filth, è morto all’età di 48 anni. La causa del decesso non è stata confermata, ma la moglie ha confermato la notizia.

Anstis è stato con i Cradle Of Filth dal 1995 al 1999, scrivendo e registrando Dusk And Her Embrace (1996) e Cruelty And The Beast (1998), così come gli EP V Empire (1996) e From The Cradle To Enslave (1999) .

L’ex chitarrista dei Cradle Of Filth James McIlroy – che è stato con la band dal 2003 al 2005 – ha condiviso il seguente tributo ad Anstis:

“Triste di sapere della morte di Staurt Anstis. Anche se non l’ho mai incontrato, ho sempre ammirato profondamente ciò che ha scritto durante il mio periodo in Cradle. Mi è piaciuto molto suonare i riff che ha registrato. La maggior parte delle canzoni che non vedevo l’ora di suonare nel corso degli anni avevano il suo dna in loro, e anche prima, gli album e gli EP che ho amato di più lo hanno caratterizzato.

Anche se penso che un sacco di persone pubblicheranno roba di Cruelty, Dusk, beh, ho questo, un’epopea criminalmente sottovalutata di VEmpire, che dal punto di vista della chitarra (credo) fosse tutto Stuart. Mi sarebbe piaciuto poter vedere dal vivo”. 

Il leader dei Cradle Of Filth, Dani Filth, ha reso omaggio all’ex chitarrista della band scrivendo:

“È con un cuore profondamente addolorato che ho appreso della scomparsa del mio ex chitarrista Stuart Anstis a 48 anni.

Stuart, nonostante le nostre eventuali differenze, era un chitarrista incredibilmente talentuoso che ha portato un vero senso di magia a tutto ciò che ha scritto in Cradle Of Filth.

Per molto tempo io e lui siamo stati i migliori amici che vivevano in un piccolo paese qui nel Suffolk e nonostante la relazione alla fine sia cambiata, non ha fatto nulla per sminuire l’apprezzamento del fan per il suo talento creativo e talento fino ai giorni nostri.

Vempire, Dusk… And Her Embrace’ (sebbene scritti principalmente da ex membri, Stuart ha suonato tutte le chitarre in questo album), Cruelty And The Beast e From The Cradle To Enslave sarebbero state creature completamente diverse se non fosse stato per la profondità di la sua musica astuta e deliziosamente oscura.

È davvero con un forte senso di perdita che noi (e la musica estrema in generale) salutiamo Stuart.

Possano oscuri voli di corvi portarti alla tua tomba gemella.

Riposa a Fallustein. – Dani Filth, Midian, 2022 e.h.”

 

 

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Cradle of Filth (@cradleoffilth)

Avatar
Author

Write A Comment