Sony Music, Luglio 2014

Che il virtuoso Joe Satriani sia un maestro della sei corde è ormai assodato, la padronanza dello strumento è molto chiara, come il fatto che abbia un ottimo songwriting, seppur strumentale. Crea una musica immediatamente identificabile come “Satch” che però continua a progredire e svilupparsi, ottenendo un’ascolto piacevole, complesso, unico, il tutto sempre con un magnifico sound. Tra l’altro lo ascoltai dal vivo nel 2011 a Roma, al Pala Atlantico e conservo bei ricordi di quella giornata, ma soprattutto di quel magnifico concerto… mi lasciò davvero stupefatto come ben pochi.

Registrato a nord della San Francisco Bay Area nello stato della California, allo Skywalker Sound Studio della Lucasfilm Company, Shockwave Supernova si presenta subito come un album molto potente ed accattivante, lo si percepisce da subito, già con l’ascolto dell’apripista, canzone omonima al disco, in cui si ascolta davvero una bella esecuzione da parte di tutta la formazione, che per questo brano è composta da Marco Minneman (batteria), Bryan Beller (basso), John Cuniberti (percussioni) e Mike Keneally (tastiere), da sottolineare i bei fraseggi melodici e anche molto tecnici eseguiti da Joe nel solo. Prosegue con Lost In A Memory, dalla ritmica molto d’atmosfera, con un bel groove, un morbido tappeto scorrevole creato dalla tastiera, il tutto condito da spessi riff e soli di chitarra. La formazione subisce qualche cambio, nel terzo e quarto brano possiamo infatti ascoltare Vinnie Colaiuta alla batteria e Chris Chaney al basso: come ben sappiamo, Joe ha il suo stile enigmatico e cinematografico che adopera molto bene sulle sue composizioni, insieme al suo lato blues basato su notevoli groove, ed è proprio in questi due brani che li notiamo in abbondanza, insieme ai magnifici patterns di drum and bass, creando belle variazioni dinamiche definite da un sound sempre perfetto e curato nei minimi dettagli, i titoli dei due brani sono: Crazy Joey e In My Pocket. Con il ritorno della formazione iniziale si continua con On Peregrine Wings, risultante davvero molto coinvolgente, con un pazzesco groove ritmico, oltre un bellissimo sfogo/assolo di Joe. In Cataclysmic la band è riuscita davvero magnificamente a fare un discorso armonico molto strutturato, creando anche interessanti fasi in tensione e discorsi outside per poi risolvere egregiamente. Molto bello e sfizioso anche il settimo brano dell’album, ovvero San Francisco Blue, un gran bel blues, come suggerisce appunto il titolo, che ci porta per un attimo dal vagare tra galassie allietati da armonie aliene, al gustar una bella birra in tranquillità seduti in un lounge pub.

All of my life risulta invece un brano molto caldo e coinvolgente, accompagnato da una egregia performance delle percussioni e un Satriani molto morbido e melodico, utilizzando più influenze con caratteri anche molto distanti, ma sentimentalmente sempre vicini.

Ultime song da segnalare sono assolutamente Butterfly and Zebra e Goodbye Supernova, in cui, nella prima zio Joe dimostra di essere in grado di avvolgere la musica creando un sound poetico che risulta semplicemente incantevole, mentre l’altra song è l’ultima della track list, ed è sull’addio alla supernova che si chiude il disco, davvero molto psichedelica, cui lo stile ricorda moltissimo i Pink Floyd, davvero emozionante, e lo sarà sicuramente ancora di più sentendolo nei prossimi live!

Al terzo ascotlo completo dell’intero disco posso affermare, orgogliosamente, la grandiosa riuscita artistica dell’album, molto ricco, interessante, piacevole, splendide armonie e melodie, ottimi sound, groove pazzeschi, l’esperienza c’è e si fa sentire, e così per la quindicesima volta si attesta la garanzia di un nome ormai entrato meritatamente nella storia, già da decenni.

joe-satriani-shockwave-supernova-2015-album

TRACK LISTING

01. Shockwave Supernova
02. Lost In A Memory
03. Crazy Joey
04. In My Pocket
05. On Peregrine Wings
06. Cataclysmic
07. San Francisco Blue
08. Keep On Movin’
09. All Of My Life
10. A Phase I’m Going Through
11. Scarborough Stomp
12. Butterfly and Zebra
13. If There Is No Heaven
14. Stars Race Across The Sky
15. Goodbye Supernova

Musicians

Joe Satriani – guitars, bass, keyboards and harmonica
Mike Keneally – Keyboards. Additional rhythm guitar on track 2
Marco Minnemann – Drums on tracks 1, 2, 5, 6, 7, 9, 10, 13, 14, and 15
Vinnie Colaiuta – Drums on tracks 3, 4, 8 and 11
Bryan Beller – Bass on tracks 1, 2, 5, 7, 10, 12, 14 and 15
Chris Chaney – Bass on tracks 3, 4, 8 and 11
Bobby Vega – Bass on track 9
Tony Menjivar – Congas, bongos and percussion on track 9
John Cuniberti – Percussion on tracks 1, 2, 3, 5, 6, 14

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi