Il successo dei Maneskin negli Stati Uniti non accenna a diminuire, dopo essersi esibiti nei piùfamosi show come il Jimmy Fallon e da Ellen DeGeneres, ed aver aperto per i Rolling Stones.a Las Vegas.

Nell’edizione del 2021 degli American Music Awards di Los Angeles, spesso abbreviata come AMAs, i Maneskin erano in lizza per la Canzone del Momento (“Favorite trending Song”), vinta poi da Megan Thee Stallion con Body.

La band suonato Beggin’, la cover dei The Four Seasons del 1967, canticchiata anche dalla rapper Cardi B che ha presentato la band seduta a tavola con un piatto di spaghetti e polpette con tanto di tovaglia a scacchi bianca e rossa e fiasco di vino e suonatore di mandolino. Ed ecco che ai bacchettoni è stata servita una nuova polemica sui cliché italici:

 

Ma la sorpresa è stato il sobrio look per una rock band: smoking e papillon per tutti i musicisti. Una conferma di quanto annunciato via social alcuni giorni fa dal frontman della band, Damiano David, che aveva replicato con ironia a Simone Pillon. Il senatore leghista lo aveva criticato per il look in reggicalze e sospensorio borchiato (tra l’altro outfit di Gucci), insieme a qualche boomer lettore e non solo, che non riesce proprio a distinguere un apprezzamento per essersi esibiti con coraggio in un paese, l’Ungheria, che discrimina la comunità  Lgbtqia+ dopo aver approvato una legge vergognosa dove “di fatto si paragona l’omosessualità  alla pedofilia e si vuole impedire che si parli di persone gay e transgender con i minori”.

Daminano avevano lamentato anche sull’occasione persa sui diritti civili in Italia, riferendosi all’affossamento del Ddl Zan. Il politico aveva risposto con sprezzo, scrivendo:

“Tra poco arriveremo al reggiseno da uomo”

Mentre il cantante aveva risposto alle critiche del senatore con stile:

“Hai ragione Simo, la prossima volta completo e paPillon??”.

 

E, a differenza di tanti altri media, avevamo già  parlato del loro sostegno alla comunità  LGBTQIA+ polacca, avvenuto in occasione del Pride sul palco del Polsat SuperHit Festiwal 2021 con il frontman che aveva lanciato il suo messaggio dopo un bacio al chitarrista Thomas in diretta tv alla fine dell’esibizione della canzone “I wanna be your slave“:

“Pensiamo che a tutti dovrebbe essere permesso di farlo senza alcuna paura. Pensiamo che tutti dovrebbero essere completamente liberi di essere chi cazzo vogliono. Grazie Polonia, l’amore non è mai sbagliato”.

Il filmato della loro esibizione agli AMAs:

La bassista Victoria De Angelis, dopo l’esibizione, ha raccontato le sensazioni dei quattro giovani:

“Siamo molto orgogliosi di tutto quello che abbiamo fatto quest’anno e della grande opportunità  di esibirci su questo palco stasera con altri artisti pazzeschi. Siamo davvero contenti” 

Pillon, stavolta, in un post su Twitter, si è arreso facendo i complimenti alla band:

“Questa volta non posso esimermi dal fare le mie congratulazioni ai Maneskin. Ottimo outfit ragazzi! E complimenti per aver mantenuto la promessa. Mi toccherà  canticchiare Beggin’ in Senato per sdebitarmi”.

E ai rosiconi veri non possiamo che rispondere con la satira, perché: “Quando governi con la paura, la risata è il suono piùterrificante del mondo (Jerry Lewis)”.

 

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da MaÌŠneskin (@maneskinofficial)

 

 

Avatar
Author

Write A Comment