Tramite un annuncio su instagram, i Suspect208 hanno annunciato la separazione dal cantante, Noah Weiland, figlio del compianto Scott, cantante dei Velvet Revolver e Stone Temple Pilots.

La band, dove militano anche il figlio di Slash e quello Rob Trujillo dei Metallica. aveva recentemente annunciato la pubblicazione del loro primo ep, che non aveva ancora un titolo preciso.

Dopo aver reso disponibile con feedback molto positivi la prima composizione “Long Awaited“, la band formata da tre figli d’arte aveva pubblicato ieri su Youtube il suo primo video “All Black“.
Il video è stato ripreso al Viper Room di Los Angeles.

La separazione, a giudicare dalle storie di Noah (detto Roman) non è stata amichevole, a giudicare dalle parole scritte. Il figlio di Scott, infatti, sostiene che gli altri lo vogliano buttar fuori dalla band, nonostante sostenga che abbia scritto tutto il materiale, compreso le idee per i video.

La band ha pubblicato l’annuncio della ricerca del nuovo cantante, che deve essere di Los Angeles, tra i 18 e massimo 24 anni e deve mandare Black Dog dei Led Zeppelin come provino…

Noah Weiland aveva confessato che non era interessato al paragone con il padre Scott, e chissà se tornerà a dedicarsi al rap come dichiarato:

“Non sono preoccupato di vivere nella sua ombra e serve tempo perché la gente mi conosca per quello che sono.

 Immagino che molte persone dicano che canto come mio padre, ma Long Awaited è solo un esempio di ciò che posso fare con la mia voce.

Prima io facevo solo R&B e rap. È a questi generi e al pop che mi ispiro per le melodie”.

La formazione della band era questa:
Noah Weiland – voce
Niko Tsangaris – chitarra
Tye Trujillo – basso
London Hudson – batteria

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da SUSPECT208 (@suspect208_)

redazione
Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi