Torna il Bay Fest, il festival punk più atteso dell’estate con OFFSPRING, SKA-P e NOFX. Intervista agli organizzatori

Si svolgerà dal 12 al 14 agosto 2019 al Parco Pavese di Bellaria Igea Marina (RN)

La quinta edizione del Bay Fest, il festival punk più atteso dell’estate,  si preannuncia come la più grandiosa nella storia del festival, con tre pesi massimi del panorama internazionale come headliner dell’evento, ovvero THE OFFSPRINGSKA-P e NOFX. L’appuntamento è come da tradizione a cavallo di Ferragosto: lunedì 12, martedì 13 e mercoledì 14 agosto 2019 al Parco Pavese di Bellaria Igea Marina (RN).

Insieme a loro, una lineup da urlo con nomi come Dead KennedysPennywiseGood RiddanceLess Than JakeSick of It AllThe Story So FarFrank TurnerPupMasked Intruder e gli italiani PunkreasPersiana Jones e Shandon.

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con gli organizzatori del festival, Alessandro e Tiziana di Hub Music Factory:

Ormai sono alcuni anni che si svolge il Bay Fest. Volete fare un bilancio delle stagioni precedenti?

Beh, il festival è nato come concerto dei Millencolin nel 2015; è diventato un festival di due giorni nel 2016 e di tre giorni nel 2017… è un festival in crescita esponenziale e questa sarà l’edizione più grande di sempre. Ogni anno si è andati migliorando, sia in termini di qualità dell’offerta delle band, sia in termini di riscontro di pubblico. Ormai si può dire che il Bay Fest sia il festival di riferimento per tutti i fan del punk rock italiani, e via via lo sta diventando anche per fan provenienti da tutta Europa.

Millencolin live @ Bay Fest 2018 – foto di Angeli Daniele

Sempre ripensando all’anno passato, c’è stato un grosso temporale che ha fermato le esibizioni cambiando un po’ i piani di Millencolin e Nothington. Hai qualche aneddoto in merito?

Si è comunque riusciti a trarre qualcosa di positivo da una situazione potenzialmente problematica: l’immagine più bella sono le foto delle persone che costruiscono castelli di sabbia con il terreno compattato dall’acqua o si lanciano nelle pozzanghere con il materassino.

Bay Fest 2018 – dopo la tempesta – foto di Luca Ortolani

Venendo all’edizione di quest’anno, possiamo notare un grande nome, gli Offspring. Come mai la scelta di puntare su una band di questa importanza?

Proprio perché volevamo che quest’edizione fosse la più grande di sempre, e i The Offspring sono una band di forte impatto sia tra i fan canonici del punk rock, sia presso il pubblico più ampio. E con loro abbiamo due headliner pesi massimi come Ska-P e Nofx.

Gli Offspring stanno per pubblicare un nuovo album, sapete se sono previste delle sorprese nella scaletta?

Se sono sorprese come facciamo a saperle? 😉

The Offspring – live @ Rimini – 2016 – foto di Angeli Daniele

Come avete lavorato per riuscire a mettere insieme i nomi, ci sono stati particolari criteri di scelta (sia per gli internazionali ma anche per gli italiani)?

Abbiamo cercato di mettere insieme le migliori band del panorama punk rock, con un occhio alla storia del genere (vedi gli headliner o band come Pennywise e Dead Kennedys), sia alle novità più interessanti che sono emerse negli ultimi anni (es.: The Story So Far, Masked Intruder e Pup). Questo vale anche per le band italiane: abbiamo nomi storici come Punkreas, Shandon e Persiana Jones, e band emergenti che hanno vinto il contest.

Come pensate sia in generale lo stato di salute della scena punk rock (anche a livello di emergenti, locali e simili)?

Nonostante quello che si dice in giro, il punk rock è in forma smagliante: basta vedere i numeri che si registrano a tutti i concerti del genere in ogni parte d’Italia. Gli show dei Millencolin, degli Anti-Flag, dei Dropkick Murphys, dei Nofx, solo per citarne alcuni, sono sempre pieni; i fan del punk rock sono parecchio entusiasti e non perdono occasione di vedere le proprie band preferite dal vivo, cosa che non è sempre valida per altri generi.

Quali sono le principali novità che offrirete in questa edizione del BayFest? Ci sono possibilità di vip package o di incontrare gli artisti coinvolti?

Quest’anno la lineup è sullo stesso altissimo livello su tutte le giornate, mentre fino all’anno scorso il primo giorno era un po’ percepito come la giornata “di apertura”. Abbiamo potenziato il palco acustico con una lineup di grande valore, fra cui Joey Cape dei Lagwagon, Dave Hause, Brightr e Mike Noegraf. Il palco acustico peraltro sarà a ingresso gratuito sul palco del Beky Bay, per cui direttamente sulla spiaggia: sarà decisamente figo! Abbiamo aumentato l’offerta del cibo che include parecchie opzioni anche vegane. Ci sarà anche la possibilità di incontrare qualche artista, ma di questo daremo notizie nei prossimi giorni sui nostri canali.

Joey Cape – Lagwagon live @ Bay Fest 2018 – foto di Angeli Daniele

Come è stata la risposta dalle istituzioni locali e dalle amministrazioni cittadine? Avete avuto difficoltà da dover fronteggiare e che ostacolano lo svolgimento del festival anche a causa dei cosiddetti “benpensanti”?

Ormai il festival è radicato nel territorio e ben accolto sia dai cittadini che dalle amministrazioni locali, con cui collaboriamo proficuamente. Magari qualche persona qua e là si potrà lamentare come è inevitabile che sia per qualunque evento di qualunque tipo, ma la stragrande maggioranza delle persone vede il festival di buon occhio anche per l’indotto che porta al territorio visto che il pubblico viene sia dal resto d’Italia che dall’estero.

Una parte del vostro pubblico è particolarmente esigente, ci saranno miglioramenti nell’area camping e in quella ristorazione? Qualche critica è venuta dalla gestione dei token e dalla poca varietà di cibo vegetariano o vegano.

Gli italiani sono molto esterofili sotto questo punto di vista, per cui ci piace ricordare che all’estero hanno iniziato a utilizzare il token molto prima che in Italia: il token dovrebbe essere visto come una comodità e un elemento che aiuta a diminuire le code. Stiamo lavorando per migliorare di anno in anno e la proposta di cibo quest’anno cambia proprio per cercare di andare incontro al pubblico il più possibile.

Bay Fest 2017 – il pubblico – foto di Angeli Daniele

In Romagna ci sono moltissimi concerti e manifestazioni, quest’anno abbiamo parlato con gli organizzatori di Acieloaperto per gli show a Cesena, con quelli del Big Fish che hanno portato i Therapy in un piccolo paesino, e con Fabio Zaffagnini che ha creato una grande realtà come il Rockin’1000. Pensate ci sia posto per un grande festival rock da queste parti sulla scia dei festival più importanti europei e che in Italia non abbiamo?

Certo, e questo festival si chiama Bay Fest!

 

I dettagli del Bay Fest:

12 AGOSTO
Nofx + Sick of It All + Frank Turner + Punkreas + Masked Intruder + All Coasted
Acoustic Beach Stage: Dave Hause + Mike Noegraf

Ingresso singolo giorno: 35€ + d.d.p.

13 AGOSTO
Ska-P + Pennywise + Good Riddance + Less Than Jake + Persiana Jones + Viboras
Acoustic Beach Stage: Joey Cape

Ingresso singolo giorno: 35€ + d.d.p.

14 AGOSTO
The Offspring + Dead Kennedys + The Story So Far + Pup + Shandon + TFV
Acoustic Beach Stage: Brightr

Ingresso singolo giorno: 38€ + d.d.p.

Abbonamento 3 giorni: 100€ + d.d.p.
Abbonamento 3 giorni con campeggio (4 notti): 150€ + d.d.p.

Prevendite disponibili sul circuito Mailticket.

 

Articoli Correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*