Il frontman dei KISS Paul Stanley è stato intervistato da SiriusXM s’ Volume sul tour di addio della band, iniziato nel gennaio 2019.

“Il tour di ‘End Of The Road’ è stato fantastico in quanto abbiamo usato una tecnologia più avanzata rispetto a quella nei nostri primi spettacoli.

Guarda, non è importante chi vedi in tour – band o intrattenitori; chiunque tu vada a vedere – stai assistendo a uno spettacolo dei KISS. Perché il DNA dei KISS è in tutto ciò che viene fatto al giorno d’oggi… Quindi, per noi, è davvero una questione di mettere sempre il nostro marchio di fabbrica su di esso. Potrai sempre avere uno spettacolo dei KISS, ma non ottieni i KISS. Penso che ci sia una grande differenza.

Siamo davvero al top del nostro percorso ora, e sembrava davvero il momento giusto per – non so – magari fare goderci il mondo con tutte le persone che lo hanno reso possibile. È un po’ come celebrare ciò che è stata questa band e ciò che i fan sono stati per noi e viceversa.

Riguardo al fatto che questa sarà l’ultima opportunità per i fan di vedere i KISS esibirsi dal vivo, Stanley ha detto:

Guarda, se indossassimo magliette e jeans, potremmo suonare come negli anni ’90. Ma indossiamo più di 18 chili di costumi ed è come correre come una maratona olimpica, quindi non è possibile continuare a farlo nel modo in cui lo facciamo.

Kiss hanno tenuto uno dei concerti più grandi della storia, denominato “Kiss 2020 Goodbye“ e svoltosi all’Atlantis di Dubai. Qui le prove dello show.

Tra i vari record dello show quello per il maggior numero di fiammate lanciate contemporaneamente durante un concerto dal vivo.

 

Author

Write A Comment

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi